SOLO TU

Solo tu

(R. Rizzi, M. Osello, R. Rizzi)

 

Cerco di calmarmi di non lasciarmi andare

Il male ha preso forma e non fa respirare

Non averti accanto sconvolge le mie ore

Parole congelate da un atavico terrore

 

Laconico quel canto si piega nel frastuono

Formando attorno all’uomo un’altra delusione

Senza via d’uscita paura avvertirai

E un mondo libero rimpiangerai

 

Solo tu puoi salvare il mio cuore

Solo tu fai volare il pensiero

Solo tu puoi fermare il dolore

Solo tu tu puoi farlo davvero

 

Vagando in altri mondi non ci avranno mai

Ora tu ti specchi negli occhi miei coi tuoi

Corri verso l’alba scopri quel che sei

Così la sorte ingannerai

 

Solo tu fai gridare il mio cuore

Solo tu non cambiare sentiero

Solo tu puoi fermare il dolore

Solo tu tu puoi farlo davvero